L’importanza della Vitamina D

La vitamina D svolge un ruolo rilevante per una corretta mineralizzazione delle ossa e dei denti durante le fasi della crescita e per conservare una idonea massa ossea e l’integrità dello smalto nella vita dell’adulto. Favorisce, inoltre, il mantenimento dei valori normali di calcio nel sangue, attraverso un delicato meccanismo di fissaggio e liberazione di questo minerale a livello osseo. La quota corretta di vitamina D ostacola la precipitazione del calcio in altri tessuti del corpo, come i reni, le arterie o le cartilagini ossee, correlate disfunzioni e patologie severe (arteriosclerosi, calcificazioni tissutali ecc.).

La vitamina D è importante per contribuire al mantenimento della normale funzionalità muscolare, perché consente al calcio di svolgere la funzione di neurotrasmettitore fondamentale per assicurare una corretta contrazione del cuore e degli altri muscoli dell’organismo. La vitamina D, inoltre, favorisce il normale funzionamento del sistema immunitario, contribuendo così alla protezione dalle infezioni.

 

Ne esistono due varianti:

  • la vitamina D2 (ergocalciferolo), introdotta nel nostro organismo in prevalenza coi vegetali (frutta e verdura
  • la vitamina D3 (colecalciferolo), sintetizzata a livello cutaneo dal 7-deidrocolesterolo con l’esposizione diretta al sole, almeno per 15 minuti al giorno.

 

 

Dove reperirla

La dieta non sempre garantisce l’apporto della quota di vitamina D necessaria e il consumo regolare dei cibi in cui è presente, parzialmente, può contribuire a controbilanciare l’insufficiente produzione di vitamina D3 da parte della cute nei periodi invernali per la minore esposizione al sole, o per condizioni metereologiche sfavorevoli, impegni professionali, stile di vita ecc.

È reperibile in alcuni tipi di pesce (salmone, aringa, sgombro, sardine e in generale tutti i pesci dei mari del Nord, ricchi anche di grassi omega-3), nel fegato di suino, nel latte e yogurt interi, nel burro, nei formaggi grassi, nelle uova, nelle creme a base di latte e/o uova.

I funghi rappresentano la principale fonte vegetale di vitamina D, mentre la verdura e la frutta ne contengono poca e nella variante meno biodisponibile (vitamina D2).

L’olio di fegato di merluzzo, è un vecchio rimedio utilizzato dalle nonne prima della diffusione di integratori nutrizionali e farmaci specifici a base di vitamina D3. È una vera e propria supplementazione, più che una fonte alimentare, da prendere con cautela e secondo le indicazioni mediche per evitare fenomeni di sovradosaggio e tossicità.



Il Tuo Carrello Prodotto rimosso. Annulla
  • No products in the cart.
Loading...

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Leggi informativa completa

Alcuni contenuti o servizi potrebbero non funzionare correttamente perchè hai scelto di disabilitare i cookie!

Per essere sicuro di visualizzare tutto il sito correttamente in tutte le sue parti ti consigliamo di abilitare l’utilizzo dei cookies: Clicca qui per cambiare preferenza.